Juventus Napoli, una strana finale…

Ieri sera si è giocata una tra le finali più strane di tutte una finale diversa, che alla fine ha vinto il Napoli ai rigori, analizziamola insieme.

18 giugno 2020 - Scritto da Lorenzo Michelassi

Come in tanti avrete visto, ieri sera si è giocata la finale di Coppa Italia, come di consueto, allo stadio Olimpico di Roma, ma è stata una finale diversa, una finale strana che allo stesso tempo ci ha fatto annoiare ma anche emozionare, una finale che sicuramente non verrà ricordata per la spettacolarità della partita, ma più per il contesto nella quale si è giocata. Il bello di queste partite qui, oltre ai campioni che scendono in campo e che ci fanno saltare dalle sedie per incredibili giocate, è anche l’atmosfera che si crea prima della partita, con i tifosi per strada a cantare e a sostenere la squadra già ore prima che si giochi il grande match, ma tutto questo, quest’anno non è stato possibile, non abbiamo visto tifosi per strada ne allo stadio, infatti sono stati sostituti da delle grafiche proiettate in televisione, che a più di uno sono sembrate eccessive e di non gradimento.

Ma parliamo della partita più nello specifico, come già detto a tratti sembrava un partita di precampionato, con ritmi bassi e poche emozioni, ma via via il gioco ha iniziato a velocizzarsi e a essere più vivace, infatti dopo qualche parata del portiere del Napoli Meret, il capitano del stessa squadra Insigne colpisce un palo su punizione, e successivamente la partita è priva di grandi emozioni anche grazie a prestazioni sotto tono di grandi giocatori, fino al novantesimo, quando Maksimovic, con colpo di testa costringe Buffon a fare una grande parata, anche se la respinta non è delle migliori riesce a deviare anche sul tiro di Elmas che poi finirà sul palo, e così si concludono i 90 minuti e i giocatori con la maglia della Juventus si prestano a tirare per primi i rigori, con Dyabala, il suo sinistro e le sue scarpe da calcio adidas Copa, ma sbaglia perché Meret intuisce, anche Danilo sbaglierà dal dischetto mentre i giocatori di mister Gattuso sono infallibili e riescono a portarsi la Coppa a casa.

Ma oltre al calcio in se, abbiamo visto molte scarpe da calcio e guanti da portiere interessanti, abbiamo visto come Cristiano Ronaldo, come contro il Milan indossava le nuove Nike Mercurial, uscite sul mercato proprio ieri, ovvero le Nike Mercurial safari, un remake di uno scarpino che Ronaldo già utilizzò nel 2010 con il Real Madrid e che vedremo da ora in poi fino a fine stagione, inoltre abbiamo visto le nuove scarpe da calcio di ogni marca, abbiamo visto con Puma e il Rise pack per esempio con Buffon che indossava Puma One sia ai piedi che con i guanti da portiere Puma, abbiamo visto tutti i modelli di adidas con l’Uniforia pack e inoltre alle scarpe da calcio Nike di Ronldo abbiamo visto l’ultimo lancio di Nike con tutte le scarpe, ma oltre a tutte queste nuove scarpe abbiamo visto scarpini di modelli anteriori, con colorazione non attuali, per esempio a Fabian Ruíz, con delle Nike Tiempo di edizioni precedenti.


Contenuti relazionati

Liverpool campione d’Inghliterra

Liverpool campione d’Inghliterra

Nel blog di oggi parliamo un po' di tutto quello che è successo in questi gironi nel mondo del calcio, partite, colpi di mercato e tante altre novità.

26 giugno
È tornata la serie A

È tornata la serie A

Finalmente è tornata la nostra amata serie A, ancora non si è conclusa la giornata ma intanto andiamo ad analizzare quali sono stati i risultati.

 

23 giugno
Juventus Napoli, una strana finale…

Juventus Napoli, una strana finale…

Ieri sera si è giocata una tra le finali più strane di tutte una finale diversa, che alla fine ha vinto il Napoli ai rigori, analizziamola insieme.

18 giugno
Torna il Calcio

Torna il Calcio

Oggi ci allontaniamo dai prodotti del calcio ma non dal gioco e faremo un punto della situazione.

 

2 giugno

Domande & Commenti

Registrati o accedi al tuo account e partecipa attivamente alla nostra community